Borsa da serbatoio GiVi XS320 con hub 12v S110-S111

Abbiamo subito trovato molto interessante la proposta di GIVI per la CRF1000L Africa Twin di una borsa da serbatoio dedicata (in realtà il modello XS320 monta anche su Kawasaki Versys 650) con aggancio Tank-lock poiché la particolare sagomatura si adatta perfettamente alle forme della moto ed il sistema a flangia previene sfregamenti sulla vernice del serbatoio che è quindi preservato da graffi indesiderati.

20160720_192848

 

La capienza massima è di 15 litri ma una comoda cerniera permette di compattare la borsa quando non è necessario avere il massimo del volume.

Due sono le tasche laterali esterne più una posteriore utile per il telepass o le tessere autostradali.

Fanno parte della dotazione una copertina impermeabile giallo fluo e un comodo porta-tablet o porta-mappa da applicare sopra la borsa stessa, che comunque ha già una zona trasparente nella parte superiore di discreta estensione.

Una volta in sella la borsa non interferisce ne con le braccia ne con le gambe del pilota anche se ovviamente stiamo parlando della guida in posizione seduta.

20160720_192955

 

Il sistema tank-lock prevede il fissaggio permanente di una flangia sul tappo della benzina su cui poi si aggiancia la borsa con un sistema rapido.

Nei disegni non è chiarissimo ma lo “scasso” sulla flangia va messo sul lato destro e non su quello posteriore per un corretto fissaggio.

Una cinghietta sul lato anteriore va agganciata per sicurezza al traversino del manubrio.

20160720_193102

 

Osservando gli accessori GiVi ha colpito la nostra attenzione il power hub S111 che fornisce ben 3 prese USB e risulta ben più utile delle classiche prese accendisigari. Il sistema può essere portato all’interno delle borse predisposte (ma anche quelle più datate possono essere forate ad hoc) in maniera stagna tramite un solido passaggio a paratia.

Per portare corrente a questo device è necessario installare il cablaggio S110 che si alimenta direttamente alla batteria.

Non è stato difficile far passare il filo in maniera sufficientemente nascosta e priva di interferenze anche senza smontare il serbatoio, dalle foto è piuttosto intuitivo capire dove è stato fatto passare, tramite un foro di aerazione già presente sulla parte superiore del vano batteria, poi lateralmente al serbatoio ed infine sulla parte anteriore dello stesso, rimuovendo per l’installazione la plastica di protezione, su cui poi abbiamo fissato il supporto del jack.

 

Impressioni in viaggio

Durante il nostro viaggio in Galles abbiamo avuto modo di testare a fondo questo prodotto.

Partiamo con i pregi: la borsa con l’attacco tank lock è molto stabile, consente di accedere velocemente al tappo per i rifornimenti ed è semplice da rimuovere quando si deve lasciare la moto incustodita. Abbiamo apprezzato anche il porta mappe poiché ha forma ampia e regolare ed è molto più comodo da usare con le cartine stradali rispetto alla classica parte superiore trasparente della borsa. Per aprire la zip della stessa è sufficiente staccare la parte in velcro posteriore lasciando attaccate le clip anteriori.

In caso di leggera pioggia non abbiamo riscontrato infiltrazioni all’interno, mentre con pioggia persistente abbiamo usato la copertura in dotazione che ha resistito per diverse ore senza problemi.

Ad essere onesti non abbiamo avuto la necessità di usare la presa elettrica, dormendo sempre in B&B ed avendo gli adattatori per le prese inglesi ma continuiamo a ritenere che sia molto utile avere questa possibilità di ricarica in un posto al riparo dall’acqua (le prese accendisigari esterne sono più vulnerabili in caso di forte pioggia)

Difetti veri e propri non ne abbiamo a dire il vero riscontrati, la forma di questo borsello non è proprio ergonomica quando lo si trasporta a tracolla ma è il prezzo da pagare per avere una conformazione adatta al serbatoio, nella guida in piedi la stessa interferisce con le … parti basse … ed è quindi meglio evitare di usarla nel caso si preveda di affrontare lunghe tratte offroad. Infine abbiamo riscontrato che riempiendola la parte posteriore scende fino a toccare il serbatoio, in caso di sporco o polvere ciò potrebbe causare dei graffi ma il problema è facilmente risolvibile con un classico “tank guard” che mette al riparo anche dal contatto con i bottoni della giacca o la fibbia della cintura.

 

20160720_201152 20160720_201053 20160720_195053

 

 

 

 

 

 

Translate »