Mag 31 2017

Genova – Dakar: il video completo è online!

Finalmente online il video del nostro straordinario viaggio da Genova a Dakar

Mettetevi comodi e gustatevi 25 minuti di straordinarie immagini filmate su percorsi on e off-road tra Marocco, Mauritania e Senegal.

Cliccate questo link o semplicemente premete play nella preview qui sotto!

 

Video

Genova-Dakar il trailer del video

ecco un breve video di anteprima del nostro viaggio a Dakar!

 

Mag 09 2017

Dakar, traguardo raggiunto!

La sera dello scorso 4 maggio, al tramonto, abbiamo raggiunto le sponde del mitico Lac Rose in Senegal che rappresenta il leggendario traguardo della storica Paris-Dakar degli anni d’oro, e oggi quello della meno blasonata Africa Eco Race.

L’avventura aveva avuto inizio il 22 aprile a Genova dove ci siamo imbarcati su un traghetto per Tangeri, e si è conclusa dopo oltre 4’500 km su strade e piste del West Africa: nelle variegate tappe di questo viaggio abbiamo percorso fangose strade di montagna, piste desertiche sia sabbiose che rocciose, lunghi tratti di asfalto spesso spazzati dal vento e perfino alcuni tratti nelle vicinanze del mare, che talvolta diventavano insidiosi per la poco visibile presenza di un sottile strato di fango.

Presto vi racconteremo questo viaggio nel dettaglio, per ora vi anticipiamo qualche immagine in anteprima, come sempre potete rivivere le tappe del viaggio su youposition a questo link.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

in nave alla partenza

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

sulla N13 vicino a Ifrane

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ancora sulla N13 verso Errachidia

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

nell’Erg Chebbi

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

sulla R102 verso Guelmim

 

 

 

 

 

Apr 22 2017

Pronti a partire, destinazione Dakar

Dakar non è solamente il nome di una città, nell’immaginario degli appassionati di motori rappresenta anche la leggendaria meta della “Paris-Dakar” dei tempi d’oro, la competizione ormai spostata in Sud America.

Con il supporto organizzativo e logistico di 4WD Experience affronteremo oltre 4’000 km in terra africana attraversando Marocco, Mauritania e Senegal.

Siamo in partenza oggi con una nave da Genova e rientreremo tra due settimane in aereo, mentre le moto verranno caricate in container

Seguiteci su youposition e facebook per aggiornamenti!

 

 

Genova-Dakar

Apr 13 2017

Triumph Tiger 800 XCx – ritorno di fiamma?

La Triumph Tiger 800 è un modello che ci è rimasto nel cuore (qui la prova del MY2011) e quindi non abbiamo esitato molto una volta ricevuto l’invito per un test ride.

La versione con il cerchio anteriore da 21″ e alcuni accessori di serie come paracoppa e barre paramotore strizza l’occhio all’offroad, ma una volta in sella l’impostazione di guida ricorda più quella di una naked che quella di una moto da enduro, con il busto che carica leggermente sul manubrio e l’anteriore che da una sensazione di solidità e precisione: confesso che ho ricontrollato che non mi avessero per errore dato una XRx con il 19″… purtroppo la prova è stata in città dove si apprezza l’agilità della moto che è sempre buona anche se non a livello di mezzi più “enduristici” su cui lo sterzo è più leggero: al crescere della velocità però si apprezza la stabilità e la precisione nel tenere la linea impostata, così come il feeling con l’anteriore.

Il motore tre cilindri rimane uno dei meglio riusciti in commercio a mio avviso: elettrico e regolare quando si vuole andare tranquilli e grintoso quando lo si stuzzica, regolare fin dai bassi regimi dove non strappa mai, a livello di un 4 cilindri, buona schiena ai medi quasi come un bicilindrico e discreto allungo. Rispetto al passato sembra ancora più regolare: ora c’è il ride by wire che rende l’erogazione più lineare di quanto non fosse anche se in un paio di situazioni mi è sembrato di avvertire un minimo ritardo tra comando del gas e risposta del motore, si parla comunque di frazioni di secondo, ai limiti del percettibile.

La frenata è molto buona e modulabile al centimetro, me la ricordavo peggiore soprattutto in termini di modulabilità. Rimane da verificare se questa frenata “stradale” è altrettanto efficace in offroad dove solitamente è apprezzabile un intervento più soft dell’impianto anche per non solleticare troppo l’ABS, che su asfalto sembra poco invasivo.

La discesa in piega è lineare e precisa, la moto non cade ne sembra avere effetto autoraddrizzante, però avrei preferito un passo appenninico deserto per valutare meglio le doti dinamiche… I trasferimenti di carico sono limitati ancora a testimonianza di una impostazione generale piuttosto stradale (che non è per forza un termine negativo).

Nel traffico si avverte il calore proveniente dal motore, quando avevo la Tiger mi sembrava accettabile ma provenendo ora dalla ben più fresca Africa Twin si fa notare parecchio su tibie e ginocchia in particolare quando parte la ventola, quasi a ogni semaforo rosso.

La sella è regolabile su due posizioni e continuo a preferire quella più alta per avere le ginocchia meno angolate, il rivestimento ruvido aiuta anche nella guida in piedi perché permette di avere grip con l’interno della gamba. In piedi inoltre il ginocchio (almeno il mio) si “incastra” perfettamente tra bordo della sella e plastica laterale consentendo una presa ancora migliore. Per una buona posizione di guida in offroad però sono necessari dei risers per non ritrovarsi “ingobbiti” sul manubrio.

Sicuramente per un uso su strada questa moto rimane un riferimento nel settore delle crossover di media cilindrata, meno dual rispetto ad altre (F800GS e Africa Twin su tutte) ma proprio per questo molto godibile a livello turistico e stradale dove il motore piace parecchio e la ciclistica fa il suo ottimo lavoro. Se siete disposti a sacrificare le velleità fuoristradistiche o le stesse proprio non vi interessano c’è da pensarci perché al prezzo di una media qui si porta a casa un mezzo che può far concorrenza alle ammiraglie 1200, se cercate una moto per fare avventura a 360° in stile Hard Alpi Tour probabilmente ci sono troppe modifiche da fare per avere la necessaria soddisfazione, e il carico sull’avantreno sarà sempre superiore al dovuto (così come le pedane posteriori non rimovibili). Ciò non toglie che invece strade bianche e sterrati semplici si possano affrontare con serenità anche con la moto standard grazie al suo carattere docile e alla ottima trazione garantita dall’erogazione lineare a ogni regime, anche a passo d’uomo.

 

Tiger

Mar 08 2017

Online il nostro ultimo video, non perdetevelo!

Finalmente pronto il video completo del nostro viaggio al Krystall Rally in Norvegia dello scorso febbraio.

Spettacolari panorami sulle coste tra Kristiansand e Haugesund, lungo l’Hardangerfjorden e sulle montagne dell’Hardangervidda che si presentavano come un immenso deserto bianco. Infine l’arrivo all’Oset Hotel sull’altipiano di Golsfjellet, raggiungibile tramite una strada interamente ghiacciata che abbiamo percorso all’ora del tramonto.

Come sempre sul nostro canale Vimeo, non ve lo perdete!!

 

 

Feb 28 2017

Video trailer del nostro Norway Winter ride

Pronto in anteprima il trailer del nostro video sulla stupenda avventura Norway Winter Ride 2017 al Krystall Rally in Norvegia

Non perdetevelo sul nostro canale Vimeo!

 

Feb 21 2017

Norway winter ride – avventura conclusa

Nove giorni di viaggio per oltre 4’400 km percorsi attraverso sei paesi sono i numeri di questo Norway winter ride che ha rappresentato un’esperienza di viaggio incredibile.

Il meteo è sempre stato piuttosto favorevole: non abbiamo mai incontrato precipitazioni e le temperature sono sempre state accettabili sia di giorno che di notte, per questo il programma di viaggio è stato rispettato alla lettera e siamo anche riusciti a ritagliarci qualche giorno per goderci i panorami norvegesi percorrendo qualche centinaio di chilometri tra la costa sud occidentale ed i suggestivi fiordi.

Le gomme Heidenau con i chiodi artiglianti Bestgrip si sono comportate egregiamente sull’asfalto innevato incontrato sulle alture dell’Hardangervidda e ci hanno consentito di risalire in sicurezza i chilometri di strada completamente ghiacciata che sale all’Oset Hotel, sede del raduno Krystall Rally.

Potete ripercorrere le tappe di questo viaggio su youposition al link di seguito

http://www.youposition.it/it/map/6172/adv-tourer-norway-winter-ride.aspx

il reportage completo a questo link:

http://www.advtourer.com/wp/viaggi/norvegia-krystall-rally-2017/

Kristall Rally Norway 2017

Krystall Rally Norway

Feb 10 2017

Norway Winter ride 2017 – seguiteci in viaggio!

Sulle orme di Luca che nel 2014 ha partecipato al Krystall Rally abbiamo organizzato quest’anno la “Norway winter ride” ovvero un viaggio fuori stagione in terra scandinava, per provare l’emozione di guidare la nostra Africa Twin in un mondo bianco e ovattato quale è la Norvegia d’inverno.

Nove giorni di viaggio in cui potrete seguirci come di consueto su youposition (link già attivo) e sulla nostra pagina Facebook.

Non vi sveliamo per ora altri dettagli del viaggio, anche perché saranno principalmente le condizioni metereologiche ad influenzare la percorrenza giornaliera e quindi il percorso. Purtroppo non avremo tempo a sufficienza per spingerci abbastanza a nord ed ammirare l’aurora boreale ma abbiamo in mente in ogni caso di raggiungere punti particolarmente suggestivi nella parte meridionale di questo fantastico paese.

Nell’occasione collauderemo anche alcuni nuovi accessori tra cui chiodi Bestgrip, paramani Barkbuster, abbigliamento Klan e barre paramotore Boano.

Abbiamo anche costruito artigianalmente dei deflettori per l’aria e delle catene da montare in caso di condizioni particolarmente avverse, ed abbiamo previsto un riscaldatore per evitare il congelamento dell’olio motore oltre ad una connessione per mantenere in carica la batteria nelle soste notturne, anche alle temperature più rigide.

seguiteci giorno per giorno, cliccando sul logo sotto!

Gen 24 2017

Buoni propositi per il nostro 2017 in moto

Il 2017 è iniziato come ormai da tradizione con il raduno invernale “Les Marmottes” che ci ha regalato uno stupendo weekend di guida su strade alpine incredibilmente pulite e persino asciutte, seppure con temperature piuttosto rigide: se ve lo siete perso a questo link potete leggere il racconto.

I buoni propositi per questo nuovo anno però non si fermano qui e i prossimi mesi saranno ricchi di gustosi progetti: la nostra amata Africa Twin ha ricevuto alcuni aggiornamenti tra cui un sensore pressione pneumatici ed i famosi chiodi Best Grip che siamo andati a ritirare direttamente nella sede produttiva di Gandino (BG) dove il titolare Luca Maffeis ci ha dispensato ottimi consigli per l’uso, ed in molti hanno ormai capito che la prima delle nostre grandi avventure 2017 sarà dipinta di bianco: non un semplice weekend all’Elefantentreffen ma un viaggio ben più lungo e speriamo emozionante.

Tenendo fede ai colori del nostro logo nei mesi primaverili un secondo lungo viaggio avrà tinte decisamente… giallastre! Paesi e panorami totalmente diversi per un viaggio-avventura questa volta in gruppo. Ma per adesso vi abbiamo anticipato anche troppo: torniamo in garage a progettare nuove modifiche alla CRF che già sembra essere impaziente di partire: seguiteci!

 

 

 

Post precedenti «

Translate »